Close
Menu

Marmaris / Fethiye / Gocek

Le nostre barche a noleggio

Le tre basi si trovano in punti strategici della costa Turchese, così detta proprio per la caratteristica di gran parte delle acque che la bagnano. Scegliere questo lungo tratto di mare nella parte orientale dell’Egeo per una crociera bareboat o alla cabina vuol dire entrare di fatto in una zona di navigazione fra le più spettacolari del Mediterraneo. Ci sono molte alternative fra cui scegliere, data la presenza di posti più turistici e vitaioli, con spiagge rinomate e battute, locali alla moda e un pubblico internazionale, e luoghi appartati, baie seminascoste, calette deliziose dalle acque terse  e paesini costieri dove a malapena esistono le strade. A volte basta una breve escursione verso l’interno o la risalita di un fiume navigabile per incontrare vestigia affascinati del passato. Ma anche presso la riva non è raro imbattersi in tombe licie o resti di insediamenti che il mare ha sommerso. La gentilezza della popolazione è quasi disarmante, soprattutto nei centri minori e isolati.

Mondovela ha a disposizione barche e catamarani da noleggiare o a la cabine per crociere nel sud della Turchia, fruibili praticamente tutto l’anno. Da Marmaris con rotta verso est da non perdere una sosta a Ekincik per un’escursione lungo il fiume Dalyan, costeggiando la famosa spiaggia di Iztuzu arrivando alla storica Caunos e alla cittadina di Dalyan con le sue spettacolari tombe licie. In prossimità di Gocek è un fiorire di piccole baie ed isole che accompagnano a Fethiye, la greca Telmessos, porto animato e caratteristico, per giungere alla laguna con la spiaggia di Olu Deniz. E’ ancora una sfilata di belle baie e alte scogliere a attirare la prua verso sud in cerca di luoghi mitici e acque terse. Ecco allora l’incanto del sito greco di Letoon, a qualche chilometro dallo sterminato arenile della celeberrima Patara.

E ancora più giù in direzione di Kas, dominata dal castello e impregnata di tradizioni. Qui sarà difficile resistere alla breve traversata che conduce a Kastellorizo, la splendida remota isola in territorio greco protagonista del film premio Oscar Mediterraneo. Di nuovo la costa e appena nell’entroterra le fascinose vestigia licie, romane e bizantine di Apollonia, quindi l’isola accogliente di Kekova, famosa per la città sommersa e anche per il pesce freschissimo.  Risalendo Ucagiz per prepararsi al “miraggio” di Myra, area archeologica dalle spettacolari tombe rupestri licie di grande richiamo. Qui solo il tempo a disposizione è un limite, perché il mare sembra dominato dal canto delle sirene, che incatenano e invitano inesorabilmente a proseguire.

Read more